Sentiero dei Due Laghi

Il percorso, di 12 chilometri, è facile e parte dal parcheggio situato lungo la riva orientale del Lago Albano, in località detta "Undici Scogli". Da qui si costeggia dapprima il Lago, per poi girare a sinistra in corrispondenza di una cabina elettrica, da dove inizia il sentiero CAI 511 che ascende la caldera vulcanica.

Lasciato sulla sinistra il sentiero che conduce al Romitorio di S. Angelo ed incrociato l'itinerario "D" , si prosegue fino a metà percorso, quando si incontra il sottopasso della S.S. 217 (Via dei Laghi) e poco dopo si giunge al punto di maggior altitudine, in località Guardianona. Poco meno di un chilometro dopo si incrocia l'itinerario "E" , in corrispondenza della fonte detta "Fontan Tempesta", che in tempi antichi era molto abbondante ed alimentava il Lago di Nemi. Proseguendo ancora per circa un chilometro e mezzo e lasciando alla nostra sinistra il sentiero verso l'abitato di Nemi, si raggiunge la carrabile Genzano-Nemi, superata la quale in circa due chilometri si giunge al Lago di Nemi, per terminare la passeggiata nel parcheggio vicino al sito archeologico del Tempio di Diana.